Vai al contenuto principale

Incendio presso una ditta di prodotti chimici

Categoria: Squadra dei Vigili del Fuoco dell’anno – Internazionale

Nome del Corpo del Vigili del Fuoco: Hasičský záchranný sbor Libereckého kraje (Liberec, Repubblica Ceca)

Nome della missione: Incendio presso una ditta di prodotti chimici

La brigata di vigili del fuoco di Liberec venne chiamata per spegnere un incendio il 29 maggio 2017 all’edificio Severochema, la ditta di prodotti chimici a Liberec. Fu una missione considerevole non solo a causa della sua intensità estrema e del pericolo per i vigili del fuoco ma anche perché il suo successo rappresenta l’evento più straordinario della brigata dei vigili del fuoco di Liberec. 

Durante l’interventi, i vigili del fuoco erano esposti al fuoco nei punti in cui erano immagazzinati dei liquidi infiammabili; 70 tonnellate di materiale pericoloso come cherosene, S6000, S6001 e S63, butanolo e detergenti a base di benzina.

Il fuoco divampò nella zona di imbottigliamento di liquidi infiammabili e si propagò velocemente alla zona di immagazzinaggio. La propagazione del fuoco portò ad elevate temperature di calore radiante, all’esplosione di fiaschette da 200 litri contenenti liquidi infiammabili, e il flusso di liquidi ardenti dopo lo straripamento dei grossi serbatoi danneggiati dal fuoco all’esterno del pozzo di raccolta. Tutti e 18 i grossi serbatoi per i liquidi infiammabili erano immediatamente a rischio. Oltre a questo, un totale di 9 serbatoi stavano bruciando visibilmente. I serbatoi erano di acciaio, uno aveva una fodera. 

A causa del calore radiante, il fuoco si propagò all’edificio direttamente adiacente della sala di produzione. Se una ditta è situata all’interno della zona urbana della città, relativamente vicino al centro città e alle zone residenziali il pericolo che la popolazione venga minacciata dagli effetti del fuoco, compresa l’esplosione di serbatoi a grande capacità contenenti liquidi infiammabili e un’elevata concentrazione di gas combustibili è elevato.

Intervento di estinzione dell’incendio

Il comandante della stazione di Liberec, Roman Koželuh diventò comandante dell’incidente dopo il suo arrivo sul luogo dell’incidente, che venne suddiviso in 3 sezione:

  1. lo spazio in cui erano immagazzinati i liquidi infiammabili con la zona di bruciatura più intensa con i liquidi infiammabili
  2. Spazio difeso di 10 serbatoi di grandi dimensioni con fodera all’esterno della zona dell’incendio
  3. Tentativo di estinguere il fuoco in un locale di produzione.

Per arrestare la propagazione del fuoco alle strutture del tetto nel locale di produzione nella terza sezione sono stati installati otto accessi.

L’intervento fu eseguito con l’ausilio dello staff VZ e nel periodo delle sue attività che comprendevano principalmente attività eseguite allo scopo di analizzare la situazione attuale tenendo conto del dispiego di vigili del fuoco, delle misure per proteggere la popolazione e l’ambiente, assicurando un numero sufficiente di vigili del fuoco per sezioni individuali, il pubblico e i media. Altre istituzioni nella regione IZS Liberec furono coinvolte nell’intervento, in particolare la polizia nazionale e la polizia municipale di Liberec, che assicurarono la chiusura del luogo dell’intervento e le strade adiacenti, evacuando gli abitanti dall’edificio minacciato dai fumi della combustione, e il servizio medico d’emergenza LK, che eresse una stazione mobile per curare ogni vigile del fuoco potenzialmente colpito.

Immediatamente dopo l’aumento delle unità per assicurare la fornitura d’acqua il fuoco fu domato grazie al dispiego di un numero estremamente elevato di vigili del fuoco. L’intervento dei vigili del fuoco fu velocissimo ed ebbe successo grazie alla sua considerevole estensione: il fuoco fu domato 120 minuti dopo l’arrivo del primo vigile del fuoco sul luogo.

Parametri di base per l’intervento

  • Ora della notifica: 12:09.
  • Ora di arrivo del primo vigile del fuoco: 12:14.
  • Tempo di impiego dei primi getti d’acqua: 12:18.
  • Tempo di contenimento: 14:14.
  • Ora di estinzione del fuoco: 20:00.
  • Superficie dell’incendio: 500 m2
  • Numero di vigili del fuoco impiegati: 27
  • Mezzi d’estinzione: 425,000 litri d’acqua + 7,260 litri di schiuma antincendio
  • Consumazione respiratoria: 75 cilindri a pressione
  • Persone ferite: 2
  • Danno: 109 milioni di Corone ceche
  • Danno diretto: 71,5 milioni di Corone ceche
  • Importo salvato: 71,3 milioni di Corone ceche

Del totale di 18 serbatoi grandi per liquidi infiammabili, un totale di 9 erano stati assaliti direttamente dalle fiamme. Solo 3 di essi sono stati danneggiati e successivamente bruciati. La ditta ha ricominciato la produzione circa 14 giorni dopo l’incendio.

Nel periodo delle analisi dell’intervento, sono stati identificati dei fattori di base che probabilmente hanno influito sul successo dell’intervento dei vigili del fuoco: 

  • Il processo di decisione del comandante dell’intervento, consistente nell’astuto impiego di getti offensivi e protettivi e nel loro raggruppamento durante l'intervento
  • L’impiego personale di vigili del fuoco in linee di attacco e di difesa, 
  • La veloce concentrazione dei vigili del fuoco necessari per estinguere il fuoco.
     

La decisione di impiegare vigili del fuoco sia in linee offensive che in linee difensive, e soprattutto il coraggio del personale e la resistenza alle condizioni estreme causate dal calore radiante, sono state giudicate il fattore determinate per il contenimento dell’incendio.